Home »

 
 

Cimiteri

 

REPERIBILITA’ 24 ORE SU 24 TELEFONO: 3331205042

Orario di Apertura: 7 giorni su 7 – dalle ore 08:00 alle ore 17:00 (con ora solare) – dalle ore 08:00 alle ore 19:00 (con ora legale)

Regolamento Polizia Mortuaria DEFINITIVO

Del. n.38 del 09.02.2017 –  Tariffe cimiteriali anno 2017

Castiglione 2014 Azienda Speciale tra le varie attività, gestisce i Servizi Cimiteriali nei 4 Cimiteri Comunali (Castiglione della Pescaia, Buriano, Tirli e Vetulonia) compiendo operazioni di:

– pulizia e manutenzione ordinaria dei Cimiteri;

– inumazione in fossa comune ed esumazione a cadenza decennale ( artt. 29 e 33 Regolamento Comunale P.M:);

– tumulazione in loculo, in tomba o cappella privata di cadavere,di resti mortali o di urna cineraria;

– esumazione straordinaria prima che sia trascorso il termine ordinario di scadenza della concessione per provvedimento dell’Autorità Giudiziaria, o su richiesta dei familiari, dietro autorizzazione del Sindaco al fine di traslare il cadavere ad altra sepoltura dello stesso o di altro Comune o di inviarlo a cremazione. Tale operazione non può essere svolta nei mesi da Maggio a Settembre e deve essere espletata alla presenza del Direttore del servizio di Igiene pubblica dell’Az. USL9 di Grosseto (art. 35 Regolamento Comunale P.M:);

– estumulazione ordinaria, eseguita allo scadere della concessione a tempo determinato;

– estumulazione straordinaria prima che sia trascorso il termine ordinario di scadenza della concessione per provvedimento dell’Autorità Giudiziaria, o su richiesta dei familiari, dietro autorizzazione del Sindaco al fine della riduzione resti e ricollocazione degli stessi nella medesima sepoltura per far spazio a nuove tumulazioni, o per traslarli a nuova dimora o al fine di traslare il feretro ad altra dimora nello stesso o in altro cimitero. L’operazione deve essere espletata alla presenza del Direttore del servizio di Igiene pubblica dell’Az. USL9 di Grosseto (art. 36 Regolamento Comunale P.M:);

– deposito in obitorio di cadavere, di resti mortali o urne cinerarie da affidare ai familiari o disperdere in mare, lago o agro privato;
– progettazione e realizzazione di opere o plessi cimiteriali conferitogli dal Comune (artt. 71, 72 Regolamento Comunale P.M.).

L’Azienda oltre alla parte pratica disbriga tutte le pratiche amministrative inerenti alle operazioni sopra riportate.

FAQ: Una volta deceduto un congiunto cosa è necessario fare?

Al momento del decesso di un congiunto, i familiari devono rivolgersi a Castiglione 2014 Azienda Speciale (Via dei Drappieri snc, 58043 Castiglione della Pescaia tel. 0564/933499 telefax. 0564/931196 mail c.minnai@castiglione2014.it) per far richiesta di sepoltura in uno dei Cimiteri Comunali, muniti di documento di identità in corso di validità e codice fiscale. Una volta decisa la modalità di sepoltura, inumazione in fossa comune o tumulazione in loculo, tomba o cappella privata si deve far richiesta di concessione. Ogni richiesta deve essere corredata da marca da bollo compreso l’atto di concessione che attesta l’uso della sepoltura a partire dalla data di emissione del documento cantabile dal Comune.
RICHIESTA AREA CIMITERIALE
RICHIESTA CONCESSIONE LOCULO
RICHIESTA CONCESSIONE FOSSA COMUNE
CONCESSIONE CIMITERIALE USO BOLLO

Quanto durano le Concessioni?

L’art. 59 del Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria fissa la durata delle concessioni a:

– 99 anni per le cappelle private;

– 25 anni per i loculi ossari;

– 40 anni per loculi o tombe private.

Come viene regolata l’assegnazione dei loculi?

L’assegnazione, come previsto dall’art. 60.2 del Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria, avviene per ordine progressivo delle sepolture disponibili, osservando come criterio di priorità la data di presentazione della domanda di concessione.

Il coniuge o convivente superstite può acquistare un loculo in posizione attigua a quello rilasciato al coniuge deceduto?

Questa possibilità viene concessa purché il coniuge/convivente superstite abbia compiuto il 70^ anno di età e per il Cimitero del Capoluogo l’accoglimento di tale istanza è altresì subordinato alla disponibilità di almeno 200 loculi ancora da assegnare (art. 60.1 Regolamento Comunale P.M.)

Come fare per traslare un cadavere?

Presso Castiglione 2014 i familiari del defunto devono fare richiesta di estumulazione straordinaria specificando la motivazione che li spinge alla traslazione. La richiesta sarà esaminata, se sarà possibile a seguito di autorizzazione del Sindaco a fronte dei versamenti dovuti per l’espletamento dell’operazione, alla presenza del Dirigente del servizio di Igiene urbana dell’Az. USL9 di Grosseto, si procederà alla traslazione. Sono vietate le estumulazioni di mero trasferimento del cadavere da un loculo concesso a titolo definitivo ad un altro, salvo diversamente disposto dal Sindaco o dall’Autorità Giudiziaria.
RICHIESTA ESTUMULAZIONE STRAORDINARIA
RICHIESTA ESUMAZIONE STRAORDINARIA
RICHIESTA TUMULAZIONE CENERI O RESTI MORTALI

Si può tumulare un cadavere provvisoriamente in deposito al fine dell’inumazione, in caso di assenza di fosse comuni nel Cimitero del Capoluogo?

La sosta in loculi fuori misura è prevista solamente per 3 casi disciplinati dall’art. 32.2 del Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria a fronte del pagamento di un canone moltiplicato per i giorni di deposito:
– per coloro che devono effettuare lavori di ripristino di tombe private;
– per coloro che richiedono la sepoltura per inumazione nel caso in cui vi siano esumazioni programmate e la durata del deposito non sia superiore a 7 gg. Nel caso in cui l’operazione di esumazione non andasse a buon fine, il feretro potrà essere inumato in base alle disponibilità di fosse comuni nell’intero territorio Comunale (frazioni comprese) o sarà collocato in posizione corrispondente al loculo dell’ultima fila in alto;
– per coloro che hanno presentato domanda di concessione di sepoltura la quale risulti essere in costruzione da parte del Comune.
RICHIESTA DEPOSITO PROVVISORIO

Come si deve fare in caso di cremazione per farsi affidare l’urna cineraria o per disperdere le ceneri di un congiunto?

I familiari del defunto, una volta avvenuta la cremazione, devono depositare l’urna presso l’obitorio del Comune di Castiglione della Pescaia per almeno 24 ore. Nel mentre possono far domanda di affidamento o di dispersione delle ceneri presso l’Ufficio Anagrafe dichiarando le volontà del defunto derivanti da testamento o da dichiarazioni verbali. Nel caso di dispersione i familiari dovranno prendere accordi con l’Ufficiale di Stato Civile per programmare l’operazione. Prima dell’affidamento o della dispersione ci sarà la riconsegna dell’urna a fronte di autorizzazione del Sindaco.
RICHIESTA AUTORIZZAZIONI AFFIDAMENTO-DISPERSIONE

In caso di decesso del Concessionario di una sepoltura privata i familiari come devono comportarsi?

In caso di decesso del Concessionario secondo l’art. 65 del Regolamento di Polizia Mortuaria, gli ascendenti e i discendenti legittimi in linea retta e collaterale sono tenuti a darne comunicazione all’Azienda entro 12 mesi dalla data di decesso richiedendo contestualmente la variazione per aggiornamento dell’intestazione della concessione a favore degli aventi diritto, designandone un rappresentante. In difetto di un rappresentante il Comune provvede d’ufficio a nominarne uno. Trascorso il termine di 3 anni senza che gli interessati abbiano fatto istanza di aggiornamento, il Comune provvede alla dichiarazione di decadenza della concessione.

A chi rivolgersi per l’esecuzione di nuove costruzioni, restauri, manutenzioni straordinarie?

Per opere che non siano riservate al Comune, gli interessati possono valersi dell’opera del Comune stesso oppure di privati imprenditori a loro scelta. Per l’esecuzione di lavori gli imprenditori devono munirsi di autorizzazione dell’Ufficio Cimiteri da rilasciarsi dietro domanda corredata dal certificato di iscrizione alla competente categoria professionale. L’autorizzazione da rilasciarsi a privati imprenditori è subordinata alla stipula di una polizza assicurativa obbligatoria relativa ad eventuali danni che potessero verificarsi durante i lavori.

Le spese funebri possono essere detratte?

Secondo una definizione della Commissione Tributaria di Milano nella decisione n. 153/1985 per spese funebri si intendono quelle sostenute a seguito del decesso di un familiare (secondo l’art. 433 del Codice Civile: coniuge; figli legittimi, naturali e riconosciuti, adottati, affidati od affiliati; i discendenti dei figli; i genitori e gli ascendenti più prossimi (nonni e nonne); i fratelli e le sorelle; i suoceri e le suocere; le nuore e i generi) quali ad esempio il versamento dei diritti cimiteriali al Comune, il pagamento all’agenzia di pompe funebre. Non sono detraibili le spese sostenute in via anticipata in previsione di future onoranze funebri (come l’acquisto di un loculo prima della morte) e anche le spese sostenute per la risistemazione e il conseguente trasferimento in un altro loculo del cadavere di un familiare deceduto anni prima. Per il decesso spetta una detrazione pari al 19% della spesa sostenuta. La detrazione è consentita solo se l’importo non supera e 1.549,37 per ciascun familiare deceduto.

Come fare per allacci, distacchi o volture di lampade votive?

I familiari devono rivolgersi all’Ufficio Cimiteri ubicato presso il palazzo Comunale (Strada Provinciale n.3 del Padule Km.19) tel. 0564/927146 mail s.margheriti@comune.castiglionedellapescaia.gr.it .

Castiglione 2014 Azienda Speciale compie le operazioni manuali di allaccio, distacco e controllo delle lampade votive tramite comunicazione dell’Ufficio Cimiteri.
Modulo allaccio lampade votive 2014
Moduli voltura 2014
Disdetta allaccio lampade votive 2014